• IT | EN

Borgo Storico Seghetti Panichi

Storia e cultura tra passato, presente e futuro
Cerca nel sito
Cerca nel sito
Ricerca Avanzata
Nessun prodotto trovato 0 results
Your search results

Contatta la Dimora

Borgo Storico Seghetti Panichi

Un luogo di storia, arte, bellezza e tradizione vissuto da otto generazioni. Sino ad oggi conservato con l’obiettivo di tramandare e condividere l’amore e il rispetto, non solo per questa realtà ma anche per tutto il territorio.

Un tempo fortilizio medioevale, oggi il Borgo Storico Seghetti Panichi è un’antica dimora che accoglie ospiti e viaggiatori, grazie alle suite e agli appartamenti curati in ogni minimo dettaglio. E’ infatti una residenza esclusiva per eventi e cerimonie dall’atmosfera indimenticabile, soprattutto grazie al fascino del Parco Storico bioenergetico che circonda l’intera Dimora.

Tutto ciò che segue veniva chiaramente scritto nel 1790 dal noto Pittore ed Architetto Perugino Baldassare Orsini nella sua famosa opera “Descrizione delle Pitture Sculture Architetture ed altre cose rare della Insigne di Ascoli nella Marca”.
“Il principale requisito, che gli scrittori di architettura precettano per fabbricare in villa, è la scelta dell’aria salubre; vi aggiungono la collina con l’amenità delle vedute per il piacere della vista. Questa villa che è lontanto dalla città di Ascoli intonro a sette miglia, uscendo da Porta Maggiore, è ben fornita di tutte le ansi dette prerogative, godendosi molto paese all’intorno della valle del Tronto con la vaga prospettiva dei suoi colli, dai quali si vede spuntare la Montagna dei Fiori e più da lontano anche il Gran Sasso d’Italia ed è dominata ad Oriente sul cui orizzonte si scopre un tratto di mare adriatico.
Siede il Palazzo sulla vetta di un colle che guarda a sud e ad est ed ha la forma di “T” rovescio. Una maestosa galleria su ognuno dei tre piani lo divide per il mezzo, con i portoni da ambo le estremità nel pianterreno e si da luogo nel piano sotterraneo ad una vasta grotta con archi quattrocenteschi.
L’elevazione della torre campanaria con il suo orologio, la quale è davanti al Palazzo, con la chiesina fa una delle comparse grate alla vista quando si rimira da vicino o da lontano. La Torre è unita al palazzo da un camminamento sotterraneo.
In questo luogo ci sono colli ameni, ripieni di alberi fruttiferi di querce, di viti e di olivi. Nell’angolo di Oriente vicino al Palazzo si ammira l’uccellare di verdi frondosi, alti rami dove è sistemato un piccolo Roccolo con belle stanzette dove parecchie persone possono essere comodamente sedute per cacciare o riposare.”

La Storia

L’esitenza del Castello sulla Lama viene già mensionata nel 1311 nella “Historiae Asculanae” di Sebastiano Andrea Antonelli. Era questa una importante e strategica aerea tra i territori del nord ed il potente Regno delle Due Sicilie, che il fiume Tronto divideva in un limite naturale.

Il complesso del Borgo Storico comprende una Dimora che nella fase medioevale (1300 – 1400) fu nel corpo centrale un’agglomerato di piccole case che unitariamente costituivano una Rocca difensiva. Nel 1500 tre imponenti gallerie passanti, nord – sud, unificano queste piccole costruzioni inglobandole e formando un Castello unitario.

Nello stesso periodo si costruisce davanti al Castello l’Oratorio Gentilizio dedicato a San Pancrazio (1580 – 1625). La Cappella è testimonianza di molte memorie del territorio Piceno, infatti l’altare centrale è un manufatto di travertino bianco, tipica pietra dell’ Ascolano. Ai due lati si possono ammirare due begli affreschi della metà del 1600, a sinistra Sant’Emidio, Patrono di Ascoli Piceno e protettore per i terremoti, a destra San Serafino da Montegranaro, protettore della Famiglia. Le pareti circostanti sono totalmente affrescate da un ciclo settecentesco che rappresenta le Virtù Teologali. Gli interessanti monocromi sono opera della Bottega del famoso pittore ascolano Biagio Miniera.

Alla fine del 1600, viene aggiunto al Castello difensivo un corpo di facciata, a forma di “T” rovescia, che trasforma il manufatto in un Palazzo di campagna ad uso privato. Questa aggiunta rende abitabile l’interno del palazzo che oggi si presenta con un piano di rappresentanza imponente e due altri piani dove si trovano oggi le sette suites di grande pregio, dove un tempo si svolgeva la vita famigliare estiva.

Scendendo la collina, al di sotto dell’Oratorio gentilizio, troviamo le antiche scuderie del 1600, oggi luogo destinato agli eventi ed attività culturali. Adiacente un’altra bella struttura del 1800 ospita la Residenza, una volta casale rurale, dove oggi sono distribuiti cinque appartamenti ed un Ristorante di charme, che hanno la vista sulla piscina contornata da un giardino mediterraneo.

Tutto questo grande complesso è incorniciato da cinque ettari di verde che dal 1876 al 1890 fu disegnato e progettato dal grande paesaggista tedesco Ludwig Winter. Infatti, unificata nel 1860 l’Italia, la nobile Famiglia Carfratelli Seghetti decise di ingentilire tutti questi monumenti storici con un giardino romantico tipico della fine dell’ottocento. Al centro del climax un sinuoso laghetto dove su di un isolotto pieno di rose, troneggiano le statue di Venere e Amore, sul fondo, un bel esempio di roccaglia ottocentesca che ripropone il Monte della Sibilla con la sua fonte magica. Il giardino storico è stato studiato dal 2000 al 2003 dal Professor Kunnen ed il suo allievo il Eco designer Marco Nieri di Bologna, che hanno definito delle zona bioenergetiche rendendolo il primo Parco Storico Bioenergetico di Europa.

Tutto il grande complesso storico, architettonico e paesaggistico è vincolato e prottetto dalla Soprintendenza alle Belle Arti dello Stato italiano ed è tutt’ora di proprietà della stessa famiglia ormai da molte generazioni. Oggi ne sono i diretti proprietari e curatori Ben Gladstone e Stefania Gladstone Pignatelli.

I Servizi

All’interno del complesso del Borgo Storico gli ospiti posso usufruire dei più svariati servizi: pernottamento, organizzazione eventi privati quali matrimoni, anniversari, feste di compleanno e riunioni di famiglia. Incontri di lavoro, meetings, team building, mostre ed eventi culturali dedicati al benessere, all’enogastronomia e dalla salute alimentare.

Cosa offriamo

Ospitalità individuale: soggiorni in Dimora Storica o nella Residenza con servizio di prima colazione e pranzi e cene su richiesta.
Ospitalità per gruppi: riuonioni di famiglia, destination wedding ed eventi, con utilizzo escluivo per soggiorni privati all’interno di tutto il complesso o dei singoli edifici, con diverse formule di accoglienza personalizzata.
Eventi: matrimoni, compleanni, riunioni di famiglia, meetings. Sono disponibili varie opzioni di uso ed affitto della Dimora e del Parco Storico.

Destination Events: tutto l’ambaradam per il vostro fine settimana di eventi che includono attività su tutto il territorio limitrofo. Vi aiutiamo a trovare le migliori e le più interessanti cose da fare con la vostra famiglia, amici, colleghi o clienti.

Location: eventi culturali, servizi fotografici, riprese TV e cinematografiche

Ristorante: Aperto tutto l’anno per matrimoni, comunioni, cresime, compleanni ed anniversari. Offre per il tutto il Borgo le prime colazione ed il supporto organizzativo di Food & Beverage per ogni necessità.

Piscina: immersa nel giardino meditteraneo della Residenza, vicinoagli appartamenti e al ristornate è un luogo di tranquillità e relax, conferme a tutte le regole di sicurezza Europea.

Sala Wellness: piccola ed accogliente con zona sauna e sala massaggi. Trattamenti su richiesta.
Aree Bioenergetiche: specialmente studiate nel 2003 dall’Eco Designer Marco Nieri per regalare momenti di completo benessere psicofisico.

A disposizione di tutti gli ospiti: WiFi in tutto il Borgo.

A disposizione di tutti gli ospiti nelle Suites e appartamenti: WiFi, TV, minibar, aria condizionata, asciuga capelli, set pulisci scarpe, servizio lavanderia e maggiordomo, personal shopper e stylist su richiesta. Jacuzzi in some suites.

Cosa vedere nelle vicinanze

A 8 km la bellissima città di Ascoli Piceno, piena di monumenti, musei, piazze che datano dal medioevo all’800. Tutta costruita nella pietra dei Sibillini, il travertino, viene chiamata la “città bianca”.

A 5 chilometri la deliziosa città fortezza di Offida. Tutta costruita in laterizio rosa marchigiano con il piccolo Teatro settecentesco Serpente Aureo e la bellissima chiesa su due piani Santa Maria La Rocca.

A mezz’ora di macchina la scoperta meravigliosa dei Monti Sibillini che racchiudono il Monte Vettore ed il Lago di Pilato.

Non lontano dal Borgo, a 10 km, le bellissime spiagge dorate del mare Adriatico offrono una serie di piccoli villaggi di pescatori come San Benedetto del Tronto, Grottammare e Cupramarittima dove si può trascorrere l’intera giornata in dei deliziosi chalet che offrono un’ottima gastronomia di pesce.

Poco più lontano, la città di Fermo, è particolarmente interessante per le uniche Cisterne Romane e la splendida Biblioteca della Regina Cristina di Svezia.

Andando verso nord, per escursioni giornaliere si possono anche visitare Macerata con lo stagione lirica dello Sferisterio, la stupenda Basilica di Loreto, piena di capolavori del Rinascimento e Recanati, la città natale del noto poeta Giacomo Leopardi.

Se i viaggiatori volessero allungare le loro scoperte confinate proprio con Castel di Lama, è la Regione Abruzzo che con la sua diversa conformazione naturalistica offre uno splendido Parco Naturale a pochi chilometri.

Piscina
Wellness spa
Internet
Animali ammessi
Parco o giardino
Accessibilità disabili
Price: € 250 al giorno
Bedrooms: 27
Posti Letto: 46
Saloni Per Eventi: 4
Posti Per Eventi: 400
Set In Esterni: Si
Set In Interni: Si
Set In Giardino: Si
Accessibilità Mezzi Per Eventi: Si
Telefono: +39 0736 812552
Indirizzo: Via San Pancrazio, 1
Regione:
Paese: Italia
Telefono: +39 0736 812552

Contatta la Dimora

Compare Listings