• IT | EN

Castello di Castellamonte

Testimone della Storia d'Italia
Cerca nel sito
Cerca nel sito
Ricerca Avanzata
Nessun prodotto trovato 0 results
Your search results

Contatta la Dimora

Castello di Castellamonte

Negli anni Sessanta del Seicento, Amedeo di Castellamonte, Primo Architetto dei Savoia e autore della Reggia di Venaria, ereditò da uno zio i ruderi del castello e li ricostruì come sua abitazione.

L’architetto di Sua Altezza riplasmò il palazzo bianco tra le mura duecentesche e le torri quattrocentesche, sulla sagoma dell’antico edificio medievale che gli antenati conti di Castellamonte, discendenti di Re Arduino, avevano costruito intorno all’anno Mille.

Nel 1066 la vita del castello è già documentata sul promontorio che domina l’intero Canavese, protetta dal lungo muro di cinta intorno al quale nei secoli si sviluppò il villaggio.

Alla metà dell’Ottocento furono i Conti di San Martino ad aggiungere la caratteristica Torre Rossa in stile neo-gotico, facendola decorare con la terra rossa tipica di Castellamonte.

Oggi i saloni della Torre Rossa, passati ai conti Ricardi di Netro, l’antico giardino a balconata, il profilo irregolare e suggestivo delle architetture accolgono una nuova stagione di vita e ospitalità: concerti, feste e mostre, tra cui l’annuale Mostra Internazione della Ceramica, giunta nel 2015 alla 54ª edizione.

La storia del Castello di Castellamonte