• IT | EN

Masseria Giosole

Immersa nella natura tra percorsi che profumano di frutti e fiori
Cerca nel sito
Cerca nel sito
Ricerca Avanzata
Nessun prodotto trovato 0 results
Your search results

Contatta la Dimora

Masseria Giosole

Masseria Giosole CapuaLa Masseria Giosole oggi è a presidio di una moderna azienda agricola multifunzionale, fortemente integrata nella comunità locale, fonte di occupazione e di erogazione di servizi, centro di sperimentazione di nuove colture e di ricerca su nuovi prodotti trasformati.

Colture di frutteti, oliveti, agrumeti, vigneti e orti, laboratorio di trasformazione dei prodotti aziendali, cantina, impianti di produzione di energia fotovoltaica, ristorazione, ospitalità turistica, sono i cardini su cui si sviluppano le attività aziendali, in una visione moderna e proiettata al futuro con l’utilizzo di forme avanzate di gestione.

Su tutto primeggia il rispetto per l’ambiente, protetto e curato con l’inserimento di specie arboree autoctone, cespugli di arbusti, vaste macchie di canne lungo le rive del fiume Volturno, per un habitat idoneo ad accogliere animali e volatili selvatici: un’oasi di benessere naturale.

La famiglia Pasca

La famiglia Pasca, di antica nobiltà in Francia, venne in Italia nel sec. XII sotto il Regno di Ruggero III e si insediò in Principato Citra con l’investitura dei Feudi di Sant’Angelo in Fasanella e Cammarota. Nell’anno 1242 ottenne l’investitura del Feudo di Magliano e suoi Casali, successivamente Capizzo, Gorga, Stio, Gioj e Cuccaro.

Con privilegio del 10 marzo 1536 l’Imperatore Carlo V conferì a Domitio Pasca, e suoi successori, il titolo di Conte del Sacro Palazzo Lateranense, con aggiunta allo stemma di famiglia delle insegne imperiali, l’aquila a due teste coronate del real diadema e nel mezzo la corona imperiale.

Nel succedersi dei tempi nella famiglia Pasca si annoverano ambasciatori, vescovi, alti ufficiali d’armi: in ultimo, regnante Francesco II di Borbone, ultimo Re del Regno delle due Sicilie, il Generale Raffaele Pasca fu fra i pochi ufficiali superiori, fedeli al giuramento prestato, a seguire il Re a Gaeta, ultima roccaforte del Regno, ed al