• IT | EN

Palazzo Torri

Ospitalità e ricevimenti in Franciacorta
Cerca nel sito
Cerca nel sito
Ricerca Avanzata
Nessun prodotto trovato 0 results
Your search results
OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Contatta la Dimora

La Dimora

Palazzo Torri è una dimora storica privata, elegante ed esclusiva, immersa nei vigneti della Franciacorta e a breve distanza dal lago d’Iseo.

Dispone di raffinate sale affrescate e arredate per ricevimenti nuziali ed eventi privati di prestigio. Le sale si affacciano su un loggiato e corti interne ampie e ospitali, completate da una antica scuderia e da un brolo con ninfeo.

Ampi sono gli spazi esterni: prati, giardini fioriti, viali, vigneti, balze alberate e area parcheggio.
Capacità massima 180 posti a sedere all’interno delle sale, 240 con il loggiato. E’ possibile attrezzare anche la corte grande con tensostrutture e gazebo.
Palazzo Torri dispone di Autorizzazione ASL per attività di enogastronomia e si avvale di qualificati catering.

Palazzo Torri offre anche ospitalità e soggiorni: è possibile affittare camere, appartamenti e l’intero palazzo per vacanze o periodi più lunghi.

Al piano terreno si trovano i saloni arredati e affrescati, le cucine, gli ambienti di servizio e gli spazi esterni. Al primo piano la “Galleria” sulla quale si affacciano le lussuose camere da letto con bagni, spazi di soggiorno e l’appartamento indipendente nell’ala est. Camera da letto con bagno anche Mezzanino.

Fascino, eleganza e riservatezza rendono Palazzo Torri una dimora unica, ricca di storia e cultua, dove si possono abbinare eventi privati e pernottamento.

La storia di Palazzo Torri

Tra le colline moreniche del lago d’Iseo e i verdeggianti vigneti della Franciacorta si erge maestoso Palazzo Torri, splendida villa nobiliare fortificata del Seicento, edificata dai Federici della Corte sul luogo di un più antico presidio militare cinquecentesco, rinnovata nel Settecento dai Peroni di Brescia con arredi e decori barocchi per essere una “ villa di delizia“ ed infine arricchita ed ampliata dai Torri alla fine dell’Ottocento.

Paolina Calegari e Alessandro TORRI la destinarono a “cenacolo culturale” frequentato da ospiti illustri, dove si svolgevano feste, incontri, dibattiti e iniziative culturali. Fra i partecipanti si annoverano scrittori e poeti come Carducci e Fogazzaro, pittori e scultori come Michetti, Salvetti, Lenbach, Habermann, Ramazzotti e Trentacoste, compositori e musicisti come Chimeri e Adele Bignami e Luigi Mazzucchelli, uomini di Chiesa e di Stato come il vescovo