• IT | EN

Villa Le Corti

Una maestosa Villa rinascimentale dei Principi Corsini
Cerca nel sito
Cerca nel sito
Ricerca Avanzata
Nessun prodotto trovato 0 results
Your search results
????????????????????????????????????

Contatta la Dimora

Villa Le Corti a San Casciano in Val di Pesa

Villa Le Corti è storicamente la tenuta di proprietà dei Principi Corsini, una delle più antiche e illustri famiglie aristocratiche italiane. Acquistata nel 1363, si estende per circa 250 ettari nel cuore del Chianti Classico, a San Casciano in Val di Pesa, alle porte di Firenze.

La Villa, maestosa architettura tardo rinascimentale, costruita agli inzi del XVII secolo su progetto dell’Architetto Santi di Tito, è a pianta quadrangolare, con due torri sulla facciata principale. Posta su una collina, che nasconde le cantine, domina sui 50 ettari di vigneti e le 13.000 piante di olivo della tenuta.

All’interno si trova il cortile racchiuso, sui quattro lati, da un loggiato ad archi a tutto sesto con volte a crociera dal quale si accede alle sale del piano terra.

Il piano terra della Villa, insieme al vasto parco che la circonda, caratterizzato da aiuole geometriche all’italiana, cipressi secolari, e un grandissimo prato, sono il luogo ideale per eventi di gala e cerimonie, meeting, congressi, sfilate di moda e set cinematografici.

Sotto la Villa ed il suo giardino, la cantina storica, costruita nel 1600, si snoda in un sistema di stanze e corridoi organizzati su tre livelli. E’ il luogo dove, secondo i dettami dell’agricoltura biologica, “nascono” i vini Chianti Classico e l’olio extra vergine Principe Corsini.

Organizziamo visite guidate alla dimora seicentesca, alla cantina storica, al frantoio e all’orciaia. Si possono degustare i vini e l’olio, acquistabili nella nostra Enoteca, e mangiare all’Osteria Le Corti.

Nelle cucine storiche della Villa si tengono corsi di cucina.

Dal 2015 la Villa è sede del prezioso Archivio Corsini.

La storia di Villa Le Corti

L’acquisto della Tenuta da parte della famiglia Corsini risale al 1363. La scelta fu determinata dalla sua prossimità a Firenze, dalla qualità dei terreni e dalla presenza di un frantoio per la produzione di olio.

Agli inizi del ‘600 Bartolomeo Corsini (1545-1613), cui si deve la solidità patrimoniale della famiglia raggiunta insieme al fratello Filippo (1538-1601), affida al pittore-architetto Santi di Tito (1536-1603) il progetto per la costruzione di Villa Le Corti, il primo grande edificio voluto dalla famiglia per sottolineare il proprio status sociale e politico.

Nella edificazione della Villa si distinguono due fasi di interventi:
-una prima fase, dal 1602 al 1614, in cui si privilegia l’utile, caratterizzato dalla demolizione del preesistente edificio, dalla costruzione del nuovo e dai primi interventi decorativi da parte di Bartolomeo. A questa fase si ascrive anche la costruzione dei locali adibiti alla fattoria ed, in particolare, le immense cantine che si snodano, su vari livelli, sotto la Villa e il prato circostante;
-una seconda fase, dal 1689 al 1700 circa, che vede Filippo (1647-1706) protagonista dell’apparato decorativo con realizzazioni sontuose e particolari, tra le quali spicca l’alcova.

La Villa, con la sua maestosa architettura tardo rinascimentale, è a pianta quadrangolare, con due torri sulla facciata principale. All’interno si trova il cortile circondato, sui quattro lati, da un loggiato ad archi a tutto sesto con volte a crociera.

Dal cortile si accede alle sale del piano terra. Tra queste, da segnalare, la Sala delle Donne (sala da pranzo) così chiamata perché alla fine del XIX secolo venne decorata dal pittore Gaetano Bianchi con gli stemmi delle casate nobiliari della donne andate spose ai Corsini, e la Sala di Clemente XII (salone da ballo) dove è collocato un imponente busto in marmo in ricordo del pontefice Corsini.

Al primo piano si trova la Cappella affrescata da Bernardino Poccetti, e l’appartamento, voluto da Filippo in occasione delle sue nozze con Lucrezia Rinuccini, per cui dette incarico per gli affreschi a Antonio Giusti e Alessandro Gherardini e a Giovannozzo Giovannozzi per la fattura dell’alcova, la cui architettura simula una grotta.

Dal 2014 al primo piano della Villa è custodito l’Archivio Corsini, qui trasferito, dopo 3 secoli, da Firenze. Dieci stanze per 1.200 metri lineari di filze, registri, carte, pergamene… che documentano dieci secoli di storia della casata. Una fonte straordinaria ed unica per gli studiosi per la conoscenza, non solo della storia della famiglia, ma anche per la storia del nostro Paese.

La Villa è dimora privata di Duccio e Clotilde Corsini che vi risiedono e che con passione custodiscono e valorizzano questo vasto complesso.

I servizi: agriturismo, location matrimoni ed eventi nel Chianti

Prezzi per eventi: su richiesta

Piscina
Internet
Animali ammessi
Parco o giardino
Price: € 110 / giorno
Bedrooms: 10
Posti Letto: 20
Saloni Per Eventi: 6
Posti Per Eventi: 300
Set In Esterni: Si
Set In Interni: Si
Set In Giardino: Si
Accessibilità Mezzi Per Eventi: Si
Indirizzo: Via San Pietro di Sotto, 1
Regione:
Cap: 50026
Paese: Italia

Contatta la Dimora

Compare Listings