Villa Grabau

Adagiata tra le colline, a soli 7 km dalla città di Lucca, il complesso storico di Villa Grabau offre al viaggiatore suggestioni di un tempo immutato, fin dall’ingresso nell’invitante viale di accesso.
La Villa, interamente arredata con mobili e dipinti d’epoca, è circondata da un parco botanico di 9 ettari, suddiviso in vari giardini architettonici e ricco di alberi secolari e di vere rarità arboree.

Passeggiando nel giardino si scopriranno la Limonaia, un’imponente e maestosa serra per limoni risalente al 1600 ed il Teatrino di Verzura, immerso in un giardino con quinte di bosso che creano un’atmosfera raccolta e romantica.
Nella Limonaia, in un ambiente molto suggestivo e di grande fascino architettonico, è possibile organizzare pranzi e ricevimenti circondati dal “Ficus pumila” che scende copiosamente dalle imponenti travi del soffitto, creando un’atmosfera unica e ineguagliabile.
Nel Teatro di Verzura, grazioso e dalle armoniose proporzioni, si possono officiare cerimonie anche con rito civile. Questo angolo del parco è particolarmente apprezzato dai talentuosi decoratori che, con i loro addobbi floreali, riescono a creare romantiche scenografie che conferiscono all’ambiente l’aspetto di un vero “tempio” di verde e di armonia.

In posizione strategica rispetto a Lucca e sempre all’interno del Parco, si celano tre residenze di charme: la “Casa di Annadora”, la “Casa di Orazio” e la “Stalletta”, a disposizione per affitti settimanali o per ospitare amici e parenti per qualche giorno di relax dopo il ricevimento organizzato nel parco e nelle varie strutture all’interno di esso.


Sorta su di un edificio già esistente nel 1412, essa appartenne sin dai primissimi anni del XVI secolo ai Diodati, potente famiglia lucchese di mercanti, il cui stemma, scolpito in pietra grigia di Matraia, si trova ancora oggi all’ingresso nord della Villa.
Sotto i Diodati assunse forme rinascimentali, ancora leggibili nel loggiato a tre arcate del salone anteriore.
Tuttavia, fu solo con i successivi proprietari che venne ad assumere la veste neoclassica che conserva tutt’oggi.
Tra la metà del 1600 e la metà del 1800, infatti, la Villa passò di proprietà prima ai Conti Orsetti, poi ai Marchesi Cittadella ed infine fu acquistata, nel 1868, dal banchiere tedesco Rodolfo Schwartze, marito di Carolina Grabau.
E’ grazie alla passione di Carolina ed agli scambi con l’Orto Botanico di Lucca che il parco venne arricchito di tante rarità botaniche ancora oggi presenti.
La sorella di Carolina, Costanza, aveva sposato il Barone Wilhelm Hüffer, ricco uomo d’affari che viveva con la moglie tra Roma, Parigi e Lucca, dove avevano acquistato l’adiacente Villa Diodati. Il fratello, Carlo Luigi, detto Lodovico, abitava nella Villa di famiglia a Palmata: uomo colto e raffinato, era uno stimato pittore amico di molti “Macchiaioli”.

Il padre di costoro, Carlo Grabau, facoltoso banchiere e armatore, originario di Amburgo, si era trasferito a Livorno nei primissimi anni del 1800 per seguire i suoi affari e con l’incarico di Console Generale delle Città Anseatiche del Mare del Nord presso il Granduca di Toscana.
In Italia conobbe e sposò Enrichetta Inghirami, di un’antica famiglia patrizia di Volterra.
Gli Schwartze non ebbero figli e la villa fu ereditata dal nipote di Carolina, Marcello Grabau, sposato con Francesca Cenami Spada, della importante famiglia patrizia di Lucca.


La Villa e il Parco sono visitabili tutto l’anno; la Limonaia e la villa, oltre ai giardini, possono essere affittate per eventi, matrimoni, cerimonie.


Servizi Offerti :
Weekend
Vacanze
Location Eventi Aziendali
Location Eventi Privati
Location Eventi Culturali
Location Matrimoni
Location Set Cinematografici
Visite Culturali

Caratteristiche Generali

  • Piscina :
  • Wellness SPA :
  • Accessibilità Disabili :
  • Internet :
  • Animali ammessi :
  • Parco o Giardino :

Ospitalità

  • Numero Camere : Dato n.d.
  • Posti Letto : 25
  • Prezzo Dimora al giorno : Dato n.d.
  • Prezzo Dimora a settimana : Dato n.d.
  • Prezzo camera al giorno : Dato n.d.
  • Prezzo camera a settimana : Dato n.d.

Eventi e Matrimoni

  • Saloni : 6
  • Posti a sedere : 300

Set Cinematografici

  • Set in Esterni :
  • Set in Interni :
  • Set in Giardino :
  • Set in Piscina :
  • Acessibilità Mezzi :

Visite

  • Costo Biglietto : 5€
  • Giorni : Lun,Mar,Mer,Gio,Ven,Sab,Dom
  • Orari : 11:00-13:00 14:30-17:30
  • Bookshop :
  • Visita con Guida :
Villa Grabau

Regione : Toscana

Provincia : LU

Comune : San Pancrazio

Indirizzo : Via Per Matraia, 269

C.A.P. : 55100

Sito Web
Visita Sito Web
Info

Telefono / Fax: 0583 406098


Vuoi Contattare la dimora? compila il form con le informazioni richieste (nessuna commissione è prevista dalla prenotazione tramite questo sito)

Non sono ancora presenti commenti su questa Dimora


Hai Visitato la Dimora? compila il form e facci avere un tuo commento

Scopri le più belle Dimore d'Italia : Toscana

  • 300 mila visitatori per la Giornata Nazionale dell’A.D.S.I. 2018

    Roma, giugno  2018 – Grande successo nel tradizionale appuntamento di primavera con la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane: Domenica 27 maggio A.D.S.I ha aperto oltre 400 residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutt'Italia a centinaia di migliaia di visitatori e turisti italiani e stranieri. Le Dimore storiche aperte nell'anno - [...]
    Vai alla News
  • Mostra Van Dyck e i suoi amici Fiamminghi a Genova 1600-1640

    Una nuova mostra per l’Associazione Amici di Palazzo della Meridiana, curata da Anna Orlando, che vuole raccontare una straordinaria e unica stagione pittorica per l’Europa.Cinquanta opere tra dipinti, disegni ed incisioni, tra queste 8 sono di Van Dyck, selezionate da musei e collezioni private per offrire al pubblico un raffinato distillato di questo eccezionale momento della storia dell’arte europea.Saranno - [...]
    Vai alla News
  • Siena, dal ‘200 al ‘400 La Collezione Salini

    Grande successo per la mostra sulla Collezione Salini svoltasi dal 15 giugno al 15 settembre  presso i Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico; una raccolta di opere d’arte senesi davvero eccezionale, circa 150 “pezzi” tra dipinti, sculture, oreficerie e maioliche. Le opere sono state presentate nei suggestivi locali dei Magazzini per ricreare lo stile e l’atmosfera del Castello di - [...]
    Vai alla News