Villa Ines

L’edificio rappresenta un significativo esempio di architettura ottocentesca fortemente caratterizzato da un impronta rinascimentale di gusto veneto come la bella serliana centrale e l’alto zoccolo di bugnato a fasce. La facciata, rigidamente simmetrica, presenta il settore centrale appena aggettante rispetto alle pareti.

Al piano terreno, si apre il portone d’ingresso incorniciato da un bugnato rustico ed affiancato alla sommità da due oculi. Il portone è sormontato al piano nobile dalla serliana centrale. Le finestre, monofore in tutto l’edificio, sono ad arco incorniciato con pietra bianca.

L’interno della villa è stato realizzato secondo lo schema caratteristico di molte ville venete. Il salone al piano terra, affiancato da quattro laterali, è collegato con il salone e le sale del piano nobile mediante uno scalone in marmo chiaro impreziosito da una ringhiera in ghisa a tralci di fiori. Sono da segnalare nei saloni centrali e nelle sale laterali le pitture a tempera dei soffitti che delineano riquadri decorati con motivi floreali in armonia con la destinazione d’uso della villa quale abitazione per soggiorni estivi.
I pavimenti sono in battuta alla veneta o “palladiana” a graniglia media, oppure sono realizzati in listoni di abete di notevole larghezza come si può notare nella biblioteca.

La villa, in accordo alle esigenze agricole dell’epoca è completata da una vasta cantina dotata di due pozzi e pavimento inclinato per la raccolta del vino e da un vasto granaio da cui è possibile ammirare la forte struttura delle travature in legno della copertura.
Nella cucina, posta nella vecchia casa patronale è visibile il vecchio camino sorretto lateralmente da due prigioni in pietra veneta.


La Villa Chilesotti – Benetti, nota come Villa Ines, è situata lungo la vecchia strada suburbana che univa, nei secoli scorsi, le sponde del fiume Brenta con quelle del Piave tra i comuni di Romano Alto e di Pove. Le prime notizie storiche della vecchia casa padronale, desunte dall’archivio del museo di Asolo e dall’archivio parrocchiale di Romano, risalgono al 1640.

Dopo varie ristrutturazioni, eseguite nel 1700 dalla famiglia Zambelli, la villa viene acquistata, verso la fine del 1700, dal Conte Giusti che fa edificare accanto alla vecchia casa padronale la villa attuale. La villa è anche conosciuta come Villa Chilesotti essendo stata abitata, dopo i Giusti, dal noto musicista bassanese che vi morì.

Dopo la Prima Guerra Mondiale Villa Ines è di proprietà della famiglia Benetti.


Villa Ines offre la possibilità di affittare la Villa Padronale, da inizio Maggio a fine Ottobre. Sono disponibile 4 stanze (8 posti letto: 3 letti doppi e due singoli), tre bagni, cucina, sala da pranzo, due salotti ed il giardino della villa.


Servizi Offerti :
Weekend
Vacanze
Location Eventi Privati

Caratteristiche Generali

  • Piscina :
  • Wellness SPA :
  • Accessibilità Disabili :
  • Internet :
  • Animali ammessi :
  • Parco o Giardino :

Ospitalità

  • Numero Camere : 4
  • Posti Letto : 8
  • Prezzo Dimora al giorno : 300€
  • Prezzo Dimora a settimana : 1890€
  • Prezzo camera al giorno : 75€
  • Prezzo camera a settimana : 475€

Eventi e Matrimoni

  • Saloni : Dato n.d.
  • Posti a sedere : 50
Villa Ines

Regione : Veneto

Provincia : VI

Comune : Romano d'Ezzelino

Indirizzo : Via Carlessi, 129

C.A.P. : 36060

Sito Web
Visita Sito Web

Vuoi Contattare la dimora? compila il form con le informazioni richieste (nessuna commissione è prevista dalla prenotazione tramite questo sito)

Non sono ancora presenti commenti su questa Dimora


Hai Visitato la Dimora? compila il form e facci avere un tuo commento

Scopri le più belle Dimore d'Italia : Veneto

  • 300 mila visitatori per la Giornata Nazionale dell’A.D.S.I. 2018

    Roma, giugno  2018 – Grande successo nel tradizionale appuntamento di primavera con la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane: Domenica 27 maggio A.D.S.I ha aperto oltre 400 residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutt'Italia a centinaia di migliaia di visitatori e turisti italiani e stranieri. Le Dimore storiche aperte nell'anno - [...]
    Vai alla News
  • Mostra Van Dyck e i suoi amici Fiamminghi a Genova 1600-1640

    Una nuova mostra per l’Associazione Amici di Palazzo della Meridiana, curata da Anna Orlando, che vuole raccontare una straordinaria e unica stagione pittorica per l’Europa.Cinquanta opere tra dipinti, disegni ed incisioni, tra queste 8 sono di Van Dyck, selezionate da musei e collezioni private per offrire al pubblico un raffinato distillato di questo eccezionale momento della storia dell’arte europea.Saranno - [...]
    Vai alla News
  • Siena, dal ‘200 al ‘400 La Collezione Salini

    Grande successo per la mostra sulla Collezione Salini svoltasi dal 15 giugno al 15 settembre  presso i Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico; una raccolta di opere d’arte senesi davvero eccezionale, circa 150 “pezzi” tra dipinti, sculture, oreficerie e maioliche. Le opere sono state presentate nei suggestivi locali dei Magazzini per ricreare lo stile e l’atmosfera del Castello di - [...]
    Vai alla News